Cambio accordatura

Per chi ha abbastanza coraggio da fare setup, piccole modifiche o addirittura costruirsi il proprio strumento. Richieste di aiuto o esperienze da condividere

Cambio accordatura

Messaggioda Fabryij » 3 giu 2019, 11:19

Buongiorno ragazzi, volevo porvi una questione.
Ho da anni una yamaha LL6, e da qualche mese una Taylor 414ce nuova, entrambe in standard tuning. Ora però vorrei studiare dei pezzi che prevedano un'accordatura alternativa, in particolare la DGDGBe (Open G6 credo!). Quindi in pratica dovrei abbassare di un tono la quinta e la sesta. Cosa mi conviene fare secondo voi? Adottare l'accordatura alternativa in modo permanente su una delle due chitarre (con conseguente rifacimento del setup), oppure potrei semplicemente tenerle entrambe in standard tuning e cambiare di volta in volta l'accordatura solo per studiare quei pezzi? Faccio questa domanda perchè non so se cambiare continuamente tensione delle corde possa causare problemi agli strumenti...
Fabryij
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 19 apr 2016, 12:05

Condividi questa discussione su

Aiuta ad aumentare la popolarità di forum di chitarra acustica di Acusticamente.org condividendo la pagina! Condividi su Facebook

Re: Cambio accordatura

Messaggioda Al51 » 3 giu 2019, 18:29

Le chitarre di qualità sopportano agevolmente i cambi di tensione, così come assorbono i cambiamenti di umidità, nel senso che è previsto che ci sia un certo movimento della struttura senza che questa vada a compromettersi. Ci sono poi strumenti quasi previsti per le accordature aperte come ad esempio le Lowden.
Non dovrebbero esserci problemi a lasciare uno strumento in una accordatura non standard però, magari per scrupolo e se la chitarra è nuova, io la terrei un tre, quattro mesi e poi tornerei in standard. Considererei però più attenzione se l’accordatura non standard richiedesse più tensione della normale.
Avatar utente
Al51
 
Messaggi: 2020
Iscritto il: 28 ago 2011, 7:37
Località: Milano

Re: Cambio accordatura

Messaggioda Fabryij » 3 giu 2019, 19:22

Ciao, ti ringrazio per la risposta! Tu credi sarebbe piu stressante cambiare accordatura 2 volte in un ora piuttosto che lasciarla un po con l'accordatura alternativa? C'è da dire che l'open G6 prevede l'abbassamento di 1 tono nella quinta e nella sesta corda, che tradotto in termini di tensione non dovrebe essere una variazione eccessiva, credo...Magari provo sulla Yamaha!
Fabryij
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 19 apr 2016, 12:05

Re: Cambio accordatura

Messaggioda Al51 » 3 giu 2019, 22:57

In teoria dovrebbe essere più stressante cambiare due volte l’accordatura in un’ora ma è difficile ipotizzare con sicurezza.
Le chitarre sono fatte per muoversi, anche se non ce lo immaginiamo, e quando cambia l’umidità i vari legni che la compongono si alterano in modo diverso. Lasciarla in accordatura aperta con meno tensione equivale un po’ ad abbassarla di un semitono, cosa comunemente fatta nei negozi per stoccare gli strumenti, alle volte anche di un tono.
Avatar utente
Al51
 
Messaggi: 2020
Iscritto il: 28 ago 2011, 7:37
Località: Milano

Re: Cambio accordatura

Messaggioda wayx » 4 giu 2019, 9:43

Vai tranquillo, come dice giustamente Al, la struttura di una chitarra è concepita per assorbire gli eterni movimenti del legno dovuti anche ai cambiamenti climatici che sono assai più stressanti e decisivi di un cambio di accordatura specie se al ribasso tensione
https://soundcloud.com/paolowayx

Penso che ci siano due Dio. Ognuno dei quali e’ convinto che a prendersi cura di me sia l'altro....
Avatar utente
wayx
 
Messaggi: 803
Iscritto il: 29 ago 2011, 10:07
Località: Firenze

Re: Cambio accordatura

Messaggioda Fabryij » 4 giu 2019, 11:13

Ragazzi siete gentilissimi, grazie davvero. A volte ci faciamo veramente troppe paranoie...
Fabryij
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 19 apr 2016, 12:05

Re: Cambio accordatura

Messaggioda martinofilo » 16 lug 2019, 18:28

un pochettino in ritardo aggiungo che secondo me visto che è ormai del tutto normale avere un accordatore fisso sulla paletta della chitarra può essere una buona idea abituarsi al fatto che si debba cambiare accordatura da una canzone all'altra: sono passati i tempi in cui accordare la chitarra era complicato (credo che nei primi dieci anni della mia carriera, si fa per dire, suonassi sempre stonato, non in assoluto ma basandomi ad orecchio su un La che non veniva controllato quasi mai) e per l'effetto vorrei abituarmi a passare da una canzone all'altra a prescindere dall'accordatura

è chiaro che ci vuole un poco di memoria (aumentano le variabili, cambia tutta la diteggiatura) ma dovrebbe valere la pena

sono invece un poco perplesso sull'abbassare un intero tono o più in diretta: ho il timore che un abbassamento sostanzioso richieda maggiore attenzione e comunque forse ci vorrebbe un cambio corde (suono light, con azione bassa, rischio "frittura" elevatissimo)

quanto sopra per la gente normale che non si porta varie chitarre in giro, poi è chiaro che neil young o david crosby hanno almeno cinque chitarre per accordatura sul palco
martinofilo
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 12 set 2011, 9:31
Località: Milano

Re: Cambio accordatura

Messaggioda terra acustica » 21 lug 2019, 14:14

oppure senti Crosby che usa la stessa acc.ra aperta per tutto un concerto con i brani più famosi del trio quartetto vocale csny nella medesima tonalità. : Chessygrin :
Ho un loro disco live che testimonia la cosa.
http://www.youtube.com/user/acousticland

a proposito di politica: " E' rimasto qualcosa da mangiare ?" Totò.
Avatar utente
terra acustica
 
Messaggi: 591
Iscritto il: 16 mar 2012, 18:01

Re: Cambio accordatura

Messaggioda Fabryij » 18 ago 2019, 13:27

Grazie ancora a tutti!
Fabryij
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 19 apr 2016, 12:05


Torna a mettiamoci mano...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

x